SONO TUTTI LUOGHI COMUNI

Mercoledì 12 Agosto 2009 13:43
Stampa

di Aurelio Levante

con SANDRO TORELLA e DENNY MENDEZ

la voce del Gatto è di ROCCO PAPALEO

 

dal 12 al 24 gennaio 2010

mart-sab ore 21 dom ore 18

Biglietti (tessera inclusa):
Intero 15 euroRidotto 12 euro
Ridotto speciale Abb. ann. Metrebus 10 euro

Acquistalo on-line su www.greenticket.it



Autore Aurelio Levante

Adattamento e regia Sandro Torella

Scene Fabiana Di Marco e Teresa Caruso

Disegno Luci Gorjana Ducic

Costumi della Sig.ra D.Mendez Nina Voluta

Foto di scena Enzo Maniccia

Consulenza artistica Gorjana Ducic

Rumori ed effetti audio Fabio Bucca

 

SONO TUTTI LUOGHI COMUNI

Una “commedia rosa all’italiana” tutta basata sul rapporto uomo-donna che vede in primo piano non soltanto le complicazioni di una relazione di coppia ma anche i rapporti madre-figlio e madre-figlia. Denominatore comune sono i luoghi comuni, insiti nel racconto, tangibili nei pensieri dei personaggi e, forse, del pubblico in sala. Una presenza continua che diventa testo e sottotesto, motore principe della storia.

 

 

 

 

Romantic comedy a due personaggi, un ragazzo e una ragazza in una grande città. La città non è New York, ma è Roma.

 

 

Lei è una donna attiva, molto affascinante, socialmente vincente, ma solitaria.Lui è un ragazzo timido, un po’ goffo, perdente ma simpatico. Lei, donna di colore, assume lui, uomo bianco, come domestico, nonostante le forti perplessità nell’accettare un uomo in casa. Lui accetta il lavoro perché “al giorno d’oggi se non porti la camicetta scollata nessuno ti da nulla per niente..” e così iniziano a conoscersi, e le grandi distanze che li separano cominciano a dissolversi come neve al sole. Ma ecco allora tornare con prepotenza i luoghi comuni, chiavi di semplificazione dei problemi che non portano mai con sé soluzioni.

Il testo, grazie all’estrema duttilità nella gestione dei singoli frammenti, ha permesso agli attori di sviluppare le singole scene attraverso l’improvvisazione su canovaccio. Ha preso corpo, così, un’interpretazione più cinematografica, incentrata sull’ascolto e sull’uso del corpo che lascia integra la natura poetica del testo arricchendola di una comicità più di situazione che di battuta.

 

Teatro Allo Scalo
Via dei Reti, 36, San Lorenzo, Roma
Info T. 340-6485291
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.