Corsi di recitazione 2010-2011

Sabato 04 Settembre 2010 10:48
Stampa
CORSI DI RECITAZIONE
livello BASE (PRINCIPIANTI)
e INTERMEDIO
condotti dal Direttore Artistico Sandro Torella
Inizio: settembre-ottobre 2010
Fine: maggio-giugno 2011

Frequenza:
1/2 volte a settimana (a seconda del livello)

Giorni disponibili:
sabato mattina – sabato pomeriggio
(in base alle adesioni)


Sede: Teatro allo Scalo
Costi: a partire da 80,00 €/mese
PRIMA LEZIONE DI PROVA GRATUITA
(data da definire)

Chiunque fosse interessato è invitato ad inviarci un email all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. lasciando NOME, COGNOME e NUMERO DI TELEFONO, per essere ricontattati.

Com'è strutturato il corso

Il corso si articola in una prima fase teorico-pratica sulla tecnica dell'attore (movimento scenico, uso del corpo e della voce, dizione) per poi passare ad un primo approccio alla messa in scena (analisi del testo, studio del personaggio).

L'impostazione del lavoro, finalizzata alla esecuzione spettacolare, sarà svolta direttamente sul palcoscenico con l'intento di dare forza alla creatività ed all'istinto comunicativo dei partecipanti al corso, nella consapevolezza che una base di tecnica espressiva mutuata anche da altre discipline affini al teatro (es. mimo, studio della gestualità e della prossemica) è indispensabile per canalizzare correttamente il talento artistico e renderlo un atto comunicativo pieno e intellegibile.
Principi di lavoro

L'attore è un artigiano del movimento e della parola e usa questi strumenti per ricreare una realtà, per regalare al pubblico l'illusione di una storia da vivere o da ripercorrere in quei momenti. Pertanto, l'attore ha l'obbligo di servire il pubblico lavorando sulle percezioni proprie e altrui, cercando di dare credibilità ad ogni istante della scena.

Il lavoro dell'attore è unico, non esiste l'interpretazione cinematografica e quella teatrale, ma esiste un diverso modo di porsi in diverse situazioni per favorire una corretta percezione di ciò che realisticamente accade in scena o viene acquisito dalla videocamera.

La fantasia e l'immaginazione, se correttamente allenate, sono la vera marcia in più per un attore.

Una migliore conoscenza dei propri mezzi e la chiarezza nei percorsi di scena rendono possibile la fusione tra fantasia e realtà fino a mescolarne i confini ed a rendere l'esecuzione organica e vibrante.